jump to navigation

La vera età della Sacra Sindone 1 febbraio 2008

Posted by orfeopellicciotta in archeologia, chiesa, religione, Sindone, Teologia.
Tags: , ,
trackback

La vera età della Sacra Sindone

La Sacra Sindone, custodita presso il Duomo di Torino, alcuni anni fa, fu sottoposta a degli esami scientifici per verificare la sua autenticità. Dall’esame del Carbonio-14, si è calcolata che l’anno di produzione era da fissarsi intorno all’anno 1295-1360. Quindi, un periodo ben lontano da quello corrispondente alla morte di Cristo. Gli altri esami, sulla polvere, sul polline, le fibre e la trama del tessuto, hanno invece confermato la zona di provenienza e il periodo storico. Ipotizzando che sia un falso, gli scienziati non sono comunque riusciti a capire come possa essere stata realizzata l’impronta dell’immagine umana come se fosse una lastra fotografica.

Fortunatamente l’esito negativo del Carbonio-14 non ha comportato che la Sindone fosse gettata nel cestino, come una volgare imitazione, perché sarebbe opportuno considerare che esiste una certa possibilità di errore nella misura del decadimento radioattivo. Occorre valutare, ed eventualmente rielaborare il valore del decadimento della radioattività, in base alla scatola dove è stato custodito nei mille anni precedenti al suo rinvenimento.

La famiglia di cristiani incaricata della sua custodia, che dal giorno del prelevamento dal Santo Sepolcro, si è tramandata di generazione in generazione, tale impegno di enorme responsabilità, si sarà senz’altro prodigata al massimo affinché il lenzuolo si mantenesse nel migliore dei modi.

Avrà pensato di mettere il tessuto in un contenitore di legno. Ma dopo alcuni anni avrà constatato che non era idoneo perché non lo proteggeva dalle tarme e dall’umidità. Inoltre in caso d’incendio (caso abbastanza comune all’epoca in cui le case erano di fango e legno, e il riscaldamento era fornito dal focolare) sarebbe andato distrutto. Una teca d’oro sarebbe stata adeguata, ma il suo costo non era accessibile alle disponibilità della famiglia. Il ferro poteva andare bene, era usato prevalentemente per le armi, ma forse il piombo era ancora più economico e facilmente adattabile alle nostre esigente. Il piombo, in quel periodo, era largamente usato per produrre tubature idriche. Tra i cristiani era facile trovare un idraulico disposto a costruire in gran segreto la scatola. Il contenitore doveva essere completamente sigillato e impermeabile perché probabilmente sarebbe stato nascosto sotto il pavimento. Protetta da incendi, terremoti, furti, ed anche perquisizioni da parte delle autorità.

Forse, se la famiglia in questione era molto povera, potrebbe aver usato un semplice tubo di piombo, sigillato  su entrambi i lati, per custodire in modo eccellente, per anni, la sindone arrotolata al suo interno.

Il piombo è molto malleabile, può essere fuso a basse temperature, ed ha sopratutto la caratteristica di essere un ottimo isolante dalla radiioattività. Infatti è usato come schermo di protezione dalle radiazioni per le persone e per la strumentazione .

Il decadimento di radioattività del carbonio-14, di un oggetto chiuso e sigillato in una scatola di piombo, sarà senz’altro diverso nel caso sia custodito in una teca di legno o di vetro. Sarebbe opportuno rivedere i calcoli.

L’età della Sindone potrebbe, quindi, risultare molto più antica di quanto è stato finora calcolato, ignorando tutti i possibili contenitori nella quale è stata custodita in questi secoli.

Annunci

Commenti»

1. anonimo - 14 febbraio 2011

Salute e pace a te!

Ti spiego in pochi semplici passi perchè invece la sindone è un falso

1° Se tu conosci la Bibbia che è Parola di Dio sai che Dio odia che l’uomo si faccia immagini,sculture,statue e quindi anche le reliquie,e che a queste cose si renda un culto. Dio vuole essere adorato in spirito e verità.

2° I vangeli attestano chiaramente che i buchi dei chiodi erano nelle mani di Gesu’ e non sui polsi come la sindone.

Dunque, solo chi non conosce appieno la SAcra Scrittura può credere che la sindone sia vera. Saluti

2. Anonimo - 2 marzo 2014

Scusa, ma non mi e’ ben chiaro il motivo per cui un oggetto chiuso in un contenitore di piombo dovrebbe avere un decadimento diverso da uno chiuso in una teca di legno. Potresti spiegarmelo per favore ?


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: