jump to navigation

Rivendicazione dei Diritti 30 gennaio 2008

Posted by orfeopellicciotta in diritti umani, Filosofia, Politica, Uncategorized.
trackback

Come si possono stabilire i limiti dei nostri Diritti?

Una persona singola, non sposata, ha diritto ad adottare un bambino?

 Una coppia di omosessuali ha diritto a sposarsi e adottare un bambino?

Una categoria di lavoratori ha diritto a danneggiare i cittadini, con lo sciopero, per far valere i propri diritti dal proprio datore di lavoro?

Si può trovare una risposta a queste domande ragionando sulla società configurata come una ragnatela (vedi pagina La grande ragnatela).

In tale rappresentazione ogni singolo individuo è rappresentato come un elemento connesso tramite molti filamenti con gli altri elementi circostanti. Il Diritto è in tale caso una linea che entra verso l’individuo che porta energia, soldi, permessi burocratici, agevolazioni economiche, ecc. Queste linee entrano nell’individuo preso in considerazione, ed escono dagli altri individui della società, oppure dalle istituzioni. Le stesse linee, che in ingresso sono chiamate Diritti, dall’altra estremità, sono invece denominati Doveri.

Ogni volta che ragioniamo su i Diritti Umani, se abbiamo l’intenzione di essere obbiettivi, dobbiamo considerare tutti gli elementi coinvolti, e valutare, oltre ai Diritti anche i corrispondenti Doveri che senz’altro ne derivano, come conseguenza. Inoltre è molto importante non trascurare il fattore Tempo. Le relazioni Diritti-Doveri si possono evolvere nel tempo, anche su periodi di molti anni. Il Diritto di oggi, può richiedere, ad altri, un Dovere in un futuro più o meno lontano. Il giudizio dovrà essere preso in base a considerazioni generali, valide per i grandi numeri, e applicabili in tutti i tempi. Assolutamente dobbiamo ignorare il caso che conosciamo una persona perfetta in grado di eseguire tutto subito e bene; queste sono eccezioni, non la regola.

Prendiamo in considerazione il primo caso: una persona non sposata può adottare un bambino?

A prima vista, cercare di togliere un bambino da un’orfanotrofio, sembrerebbe una lodevole iniziativa, e darebbe un senso alla vita di una persona sola, magari con molte disponibilità economiche, che garantirebbero al bambino una futura vita agiata. Questa scelta non sarà gratis da parte della società, che sarà invece chiamata in soccorso in tutti i casi in cui, per una semplice indisposizione, non può badare al bambino. Un esempio banale: quando è malato l’unico genitore, chi si occupa di accompagnarlo a scuola, oppure custodirlo? Dovrà esserci qualcuno della società che dovrà provvedere, e dovrà assumersi questo Dovere imprevisto. In questo caso il fattore tempo potrebbe diventare fatale. L’adozione è un evento che si prolunga per molti anni, e potrebbe succedere di tutto. Nel caso si verifichi una disgrazia, un’estraneo dovrebbe proseguire l’adozione. Figuratevi l’impatto psicologico. Anche nel caso di una coppia di genitori può succedere l’incidente, ma la probabilità che non si trovi la soluzione all’interno della famiglia è sempre minore.

Pensiamo anche ai reciproci Diritti del bambino. Perchè in tale occasione gli abbiamo negato la possibilità di avere una famiglia regolare, simile a quella degli altri bambini, con due genitori, e quindi con maggiore possibilità di sopravvivenza e con meno occasioni di crisi nella routine familiare? Sono forse finite le coppie disponibili? Non credo, le coppie in lista di attesa, idonee per l’adozione, è ancora lunghissima.

Cercate di elaborare la vostra risposta alle domande elencate e rimaste insolute, utilizzando questo metodo di Diritti-Doveri.

Ricordatevi che la perfezione si raggiunge quando il valore dei Diritti è uguale a quello dei Doveri.

Annunci

Commenti»

No comments yet — be the first.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: